12/01-02/03/2017 – Laboratorio di acquarelli e taccuini di viaggio

L’Associazione Flavio Beninati, dopo il grande successo di quello proposto nel 2016 conclusosi con una mostra di tutti i partecipanti, ripropone il Laboratorio di acquerello e taccuini di viaggio di Anna Cottone. 

In questo nuovo laboratorio di Anna Cottone 2017 “ Una stanza tutta per sé “ ci si propone di raccontare frammenti della vita di ognuno di noi. Si può raccontare infatti con parole ma anche con immagini, foto, disegni, schizzi; basta, infatti, una piccola scatola di colori e un pennello per disegnare emozioni e ricordi con la tecnica dello schizzo acquarellato, tra tutte le tecniche pittoriche la più difficile, ma anche la più semplice da praticare.

Anche questo laboratorio sarà rigorosamente a numero chiuso con un massimo di 14 partecipanti.
Si svolgerà in 8 incontri settimanali sempre di giovedì, ognuno della durata di due ore, dalle ore 18,00 alle ore 20,00 nei seguenti giorni:

I – 12 Gennaio
II – 19 Gennaio
III – 26 Gennaio
IV – 2 Febbraio
V – 9 Febbraio
VI – 16 Febbraio
VII – 23 Febbraio
VIII – 2 Marzo

E’ necessaria le prenotazione via mail al più presto o contattando i nostri recapiti; saranno accettate prenotazioni e successive iscrizioni fino al raggiungimento dei posti previsti.

LA TECNICA DELL’ACQUERELLO:

La tecnica dell’acquarello non è tra le più facili; nel laboratori si forniranno le informazioni di base per capire la natura di questo mezzo tecnico che, per essere padroneggiata adeguatamente, necessita di anni di pratica giornaliera. La tecnica dell’acquarello potrà essere sostituita con quella delle matite acquerellabili o della penna acquerellata.

IL VIAGGIO

Oggi la pratica del Taccuino di viaggio va conquistando una larga fetta di viaggiatori consapevoli. 
A prescindere dalle singole capacità tecniche di rappresentazione, il taccuino restituisce valore all’esperienza del viaggiare, anche dentro la propria vita, diventando momento di conoscenza e riflessione del proprio rapporto con se stessi e con il mondo.
I viaggi possono essere reali ma anche d’immaginazione. 

IL TEMA: 

“ Una stanza tutta per sé “

Il luogo del viaggio scelto è il nostro territorio personale, anche interiore, spesso sconosciuto a noi stessi e difficile da esplorare. Un luogo reale e metaforico che identifica la nostra identità di espressione.
Parafrasando il saggio di Virginia Woolf del 1929, “Una stanza tutta per sé”, il tema del laboratorio propone un viaggio nel proprio spazio di libertà creativa.
Un viaggio tra realtà e immaginazione, che si muove tra uno spazio reale, fatto di oggetti, arredi, ricordi ed esperienze, e uno spazio simbolico in cui ci identifichiamo e riusciamo a esprimere noi stessi come donne e uomini liberi da condizionamenti, in cui le nostre idee prolificano. Potrà essere uno spazio della propria casa ma anche al di fuori di essa. Uno spazio in cui creiamo idee, progetti, o cose.
E se questo spazio non l’abbiamo ancora, è arrivato il momento di costruircelo.
Di questo spazio che cercheremo di rappresentare, anche geometricamente, ne annoteremo i colori, i materiali, le stoffe, e gli oggetti che lo rendono unico ai nostri occhi.

Nel taccuino, (sulla cui copertina sarà rappresentato un nostro autoritratto), congiuntamente ad una premessa scritta sulla scelta dell’ambiente, si dovranno disegnare aiutandosi anche con fotografie:

1- Una visione d’insieme della stanza (la sua forma geometrica, uno scorcio, una o due pareti)
2- La o Le finestre e il rapporto con l’esterno
3– I colori predominanti
4– I tessuti
5– Uno o due elementi d’arredo (disegnandoli dal vero e fotografandoli) 
6– Uno o due oggetti ( da portare in laboratorio)

Ogni disegno sarà accompagnato da notazioni e riflessioni.

N. B:
Il lavoro svolto in laboratorio dovrà essere da supporto al lavoro che ognuno dovrà svolgere nell’ambiente prescelto. Lavorare a casa è indispensabile per la riuscita del taccuino.

IL TACCUINO

Nel taccuino che costruiremo durante e fuori il laboratorio si metterà in forma di racconto il tema suddetto, s’imparerà a come impaginarlo per ottenere un giusto equilibrio tra scrittura e disegno.

GLI STRUMENTI

Ogni partecipante dovrà possedere un kit di base composto di un Album con carta ruvida Fabriano da 200gr per gli studi iniziali; minimo quattro pennelli, misto sintetico./martora o sintetici(n.1,5,12 tondo e uno piatto n 10);
un astuccio di acquarelli da 12 di media qualità (Maimeri o Winsor & Newton).

Il laboratorio si svolgerà come di consueto negli ambienti dell’Associazione Flavio Beninati, resi ancora più confortevoli da un’atmosfera amicale e dalla presenza di un buon calice di vino. 

*****

A condurre il laboratorio l’Arch. Anna Cottone, qui di seguito, brevi note biografiche:

Nata a Palermo, architetto/designer é stata professoressa di Disegno Industriale nella Facoltà di Architettura di Palermo fino al 2010. 
Ha progettato, realizzato e pubblicato architetture, oggetti e saggi di natura storica e progettuale. Ha curato e promosso mostre e convegni.
Ha sempre viaggiato disegnando e scrivendo, privilegiando la conoscenza lenta dei luoghi, mediante la realizzazione di piccoli Carnet di Viaggio di settecentesca memoria. (Isole del Mediterraneo, Grecia, Danimarca, Messico, Egitto, Venezuela, India, Nepal, Marocco, Indonesia). Ha approfondito la sua formazione di “carnettista” con Stefano Faravelli. (Modica 2010, Marrakesh 2014 )
Nel 2012 aderisce al movimento internazionale degli Urban Sketchers condividendo i suoi disegni nei social network e partecipando a incontri ed eventi ( Catania, Acireale, Trapani, Ferrara, 
Mestre, Cuneo).
Nel 2013 cura per la Settimana delle Culture l’evento “Carnet di Viaggio, Palermo Multietnica” promosso dall’Associazione ARTES di cui è socio fondatore. 
Dal 2013 promuove la formazione del gruppo palermitano degli Urban Sketchers, organizzando incontri mensili (Sketch Crawl) nei luoghi urbani di Palermo. 
Nel luglio del 2014 espone in una personale i suoi diari e acquarelli di viaggio alla Libreria del mare.
Nel maggio del 2014 espone a Ferrara, nell’ottobre del 2014 e del 2015 a Mestre ( Fondazione Candiani) e nel Novembre a Cuneo ( Fondazione Peano).Nel Dicembre del 2014 cura ed espone al Museo Riso di Palermo, la mostra “Carnet di Viaggio nel Festino di Santa Rosalia”
Nel Marzo del 2015, su invito, espone in una personale i suoi Carnet di Viaggio e Acquarelli all’Orto Botanico di Palermo.Nel Dicembre dello stesso espone in una collettiva di Carnet di Viaggio, 
a Villa Niscemi. Nel marzo del 2016 espone su invito dell’associazione LIBER i suoi Taccuini di viaggio nel Mediterraneo ( Itinerari Meridiani) . Ad aprile cura ed espone una collettiva di Taccuini sul tema del Giardino (Orti Ville e Giardini) all’Orto Botanico di Palermo. 
Nel marzo e aprile 2016 tiene un laboratorio di Carnet di viaggio e acquarelli presso l’Associazione Flavio Beninati di Palermo. Nel 2016 partecipa a “Una marina di Libri” 
Nel Novembre 2016 parteciperà, su invito, al Festival di Carnet di Viaggio di Clermont Ferrant in Francia.

Vi aspettiamo
Associazione Flavio Beninati

NON E’ SUFFICIENTE IL “PARTECIPERO’” CLICCATO SU QUESTA PAGINA NE’ COME PRENOTAZIONE, NE’ COME ISCRIZIONE : 
Per prenotazioni ed info rivolgersi a : 091-589598 dalle 9.00 alle 13.00
ovvero inviare una mail a : info@flaviobeninati.net