14/12/17 – Le Maschere di Andrea De Cesare

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.00, presso gli spazi espositivi dell’Associazione Flavio Beninati (via Quintino Sella, n. 35), verrà inaugurata la mostra dal titolo “Le Maschere dell’Io”, secondo evento della rassegna “Natale fuori dal comune 2017 – arte e libri”.

LA MOSTRA

“Le Maschere dell’Io” è un progetto espositivo dell’Associazione Flavio Beninati, anche propedeutico alla promozione dell’omonimo laboratorio di costruzione di maschere (nei locali della sede già da gennaio 2018), condotto dalla costumista e scenografa Andrea De Cesare.
La mostra, che verrà corredata da un opuscolo a cura dell’Associazione Flavio Beninati – eccegrammi (con testi di Eliana Urbano Raimondi) disponibile durante l’evento, è un contenitore di una selezione dei lavori realizzati negli anni da Andrea De Cesare per alcuni spettacoli teatrali: dal “Diario di un pazzo” di Gogol a “Il piccolo principe” di Saint Exupery; dal “Pugačev” di Esenin al “Bertrand de Born” di LevLunc; dal “Don Giovanni” di Molière a “In nome di re Giovanni” di W. Shakespeare fino a “La danza del filosofo” di Fortunato Pasqualino. 
La poliedricità di Andrea si estrinseca attraverso l’uso di differenti materiali nella costruzione di maschere in celastic o cartapesta e relativi schizzi progettuali, marionette lignee, ombre trasparenti in plexiglas dipinto, ombre opache. 
Spettacolari costumi in stoffe, talora plastificate, rendono viva l’atmosfera teatrale. 
Arricchiscono e completano la mostra testimonianze fotografiche dei progetti di volta in volta sviluppati, tra cui “Zoologia fantastica”, ispirato al repertorio iconografico boschiano, per la costruzione di scenografiche sculture in cartapesta. 
La creatività di Andrea De Cesare, sempre all’insegna della ricerca e della sperimentazione, emerge da tutte le opere esposte, meglio descritte dalla stessa autrice nella proiezione multimediale a corredo della mostra.

————————————————————————

ANDREA DE CESARE

Nata a Cagliari, all’età di nove anni si trasferisce a Roma, presso il cui Istituto Sperimentale Armando Diaz consegue il diploma di Costumista Teatrale e Cinematografica (1969).
Nel corso degli anni ha altresì modo di ideare e realizzare parti scenografiche, maschere per il cinema e il teatro, oggetti di scena, burattini e marionette, lavorando anche in alcuni programmi della RAI italiana e svizzera. 
Numerose le iniziative di animazione teatrale e teatro per ragazzi in cui è coinvolta a Palermo, dove collabora per anni con la Cattedra di Psicologia Sperimentale del Prof. G. Sprini e con la Cooperativa Teatrale “Gruppo Cinque” di Miguel Quenon. È nel capoluogo siciliano che si trasferisce definitivamente negli anni ‘80 e qui dà vita a I Peccatucci di Mamma Andrea, attività che le permette di versare nella produzione di dolci la propria esperienza scenografica.

La mostra resterà aperta e visitabile su appuntamento (solo nelle ore 18.00 – 19.00) per tutta la durata della rassegna “Natale fuori dal comune 2017 – arte e libri”.

INGRESSO LIBERO