06/06/2016 – “Ridere rende liberi. Comici nei campi nazisti”

L’Associazione Flavio Beninati è lieta di annunciare che lunedì 6 giugno avrà luogo, presso la propria sede di via Q. Sella 35 in Palermo, un incontro con la Prof.ssa Antonella Ottai che presenterà il suo ultimo libro Ridere rende liberi. Comici nei campi nazisti (Quodlibet Studio. Lettere, 2016 – ISBN 9788874627950).

Ne parlano con l’autrice il prof. Renato Tomasino, la prof. Rita Calabrese, il presidente dell’Associazione Carla Garofalo. Sarà presente Simona Mafai. Legge alcuni brani del testo Andrea De Cesare.

INGRESSO LIBERO

 


Lunedì 6 giugno 2016    |    ore 18:30    |    via Quintino Sella 35 – Palermo


 

IL LIBRO 

L’ultima risata nasce da una ricerca – i cui esiti complessivi sono pubblicati in un volume, Ridere rende liberi,  sulle sorti di alcuni comici ai quali si deve negli anni trenta la grandezza leggendaria del cabaret e dello spettacolo leggero mitteleuropeo, in particolare di quello berlinese. ottai shoah In gran parte ebrei, come ebreo era il colore del loro umorismo, la sorte di questi artisti è segnata dall’avvento di Hitler al potere. Espulsi dai set e dai palcoscenici sui quali avevano primeggiato, le loro performance si replicano in condizioni sempre più dure. (…) 

Fonte: Affari Italiani

 


 

L’AUTRICE

Antonella Ottai insegna presso il Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo dell’Università “Sapienza” di Roma. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni sullo spettacolo, italiano e internazionale, degli anni Trenta. Fra le altre, presso Bulzoni ha pubblicato “Come a concerto”. Il Teatro Umoristico nelle scene degli Trenta (2002), dedicato al teatro di Eduardo De Filippo e Eastern. La commedia ungherese nello spettacolo fra le due guerre (2010), dedicato ai viaggi della commedia brillante fra Budapest, Roma e Hollywood. Presso Sellerio ha pubblicato un libro di racconti autobiografici, Il croccante e i pinoli (2009).

 


 

LOCANDINE

Ridere-rende-liberi-Antonella-Ottai1Ridere-rende-liberi-Antonella-Ottai1Ridere rende liberi - scansione