“Scrivere con il corpo”

L’Associazione Flavio Beninati è lieta di comunicare che sabato 31 maggio e domenica 1° giugno 2014 si terrà, presso la sede di via Quintino Sella 35, Palermo, un laboratorio di (non) scrittura condotto dal giornalista e scrittore Alberto Samonà dal titolo “Scrivere con il corpo”.

 

Iscrizioni aperte

 


 

“Scrivere con il corpo” è il titolo dello Stage di (NON) scrittura, organizzato dall’associazione Flavio Beninati e tenuto da Alberto Samonà (giornalista e autore siciliano). Lo stage si svolgerà a Palermo, nei locali dell’associazione (in via Quintino Sella 35) sabato 31 maggio e domenica 1 giugno. Per le iscrizioni c’è tempo fino al prossimo 16 maggio. Per pre-iscriversi, occorre inviare una email all’indirizzo albertosamona@libero.it, indicando i propri dati (nome, cognome, data di nascita, residenza e recapito telefonico) e specificando l’oggetto: “Stage Scrivere con il corpo”.

Lo stage, che durerà dieci ore (sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 19,00 e domenica dalle 15,30 alle 19,30), è destinato a coloro i quali desiderino appropriarsi non soltanto delle tecniche necessarie per l’ideazione, la elaborazione e la stesura di un racconto o di un romanzo, ma che vogliano farlo, partendo da una diretta relazione con se stessi. Il costo di partecipazione è di 80 euro.

Lo stage fa parte dell’iniziativa “Di MAGGIO IN MAGGIO” ed è inserito ne “IL MAGGIO DEI LIBRI”.

 

LO STAGE

La frequentazione dello stage pone l’obiettivo della comprensione dei meccanismi principali della creazione narrativa, non soltanto tramite l’acquisizione degli strumenti tecnici necessari, ma soprattutto attraverso l’esplorazione di sé, a partire dal corpo. Ciò consentirà ai partecipanti una più completa relazione con se stessi, requisito indispensabile per una vera scrittura, che non sia ripetizione meccanica di tecniche narrative, ma espressione di una conoscenza integrale e non nozionistica di ciò che si vuole condividere. Si affronteranno, inoltre, i vari contesti, sociale, filosofico, antropologico, psicologico, a cui un testo può rinviare. Lo stage sarà suddiviso in due giornate, organizzate in modo da consentire lo sviluppo di vari momenti preparatori a quella che sarà la vera e propria articolazione di un testo.

A una conoscenza analitica e razionale si anteporrà una comprensione sintetica e analogica, che fungerà da base per la realizzazione pratica del testo stesso. Lo scopo è leggere se stessi per raccontare l’universo e, al contempo, leggere l’universo per raccontare se stessi. In questa ottica, la dimensione temporale e cronologia (montaggio, elaborazione di scene e sequenze) sarà quella della circolarità, straordinaria possibilità per raccontare il prima e il dopo, attraverso il momento presente. Sarà, inoltre, proposta la visione e lo studio di un’opera cinematografica, presa a simbolo di una comunicazione che non resti quale mera esteriorizzazione di saperi.